Informazione 
La storia del Taloro Gavoi
Inserito il 10 novembre 2009 alle 17:55:03 da webmaster.


BREVE  STORIA DEL TALORO

 

Il calcio organizzato nasce a Gavoi nell’anno 1948 con la fondazione della società denominata AURORA, alla cui presidenza viene eletto il farmacista Dott. Raimondo CICHI. La squdra con alterne fortune partecipa a vari campionati.

Nell’anno 1958, anche per l’interessamento di varie persone impegnate nella costruzione della diga sul lago di Gusana, sulle ceneri della disciolta AURORA, nasce una nuova società denominata TALORO.

Alla presidenza della neonata società viene eletto il Dott. MARIO  USELI e vice presidente il parroco del periodo Don Angelo SERUSI. Da segretario funge l’insegnate Antonio Schirra, da Cassiere Vittorino MARCHI, impiegato Comunale. La Società incarica quale direttore Tecnico NANDO SATTA, giocatore con trascorsi professionistici.

La Società Polisportiva TALORO partecipa con discreta continuità a vari campionati regionali.

Alla fine degli anni sessanta crea anche il settore giovanile soprattutto per merito di Giovanni PIRA  e del Vice Parroco del periodo Don TRUZZU.

L’attività della squadra si svolge nel campo di Sa Serra, costruito e sistemato soprattutto per l’interessamento dei dirigenti e dei giocatori della società stessa.

Agli inizi degli anni settanta viene costruito il nuovo campo a Maristiai e l’attività si trasferisce nel nuovo campo.

In questo periodo la squadra partecipa al campionato di terza categoria.

Nelle stagioni 74/75 e 75/76, a causa della ristrutturazione del campo la squadra non partecipa ad alcun campionato.

Nella stagione 1976/1977 rinasce definitivamente la società Polisportiva Taloro che partecipa al campionato di terza categoria.

Purtroppo alla fine di questa stagione, a causa di intemperanze con l’arbitro la società subisce una lunga squalifica del campo.

 Nella stagione 1977/1978 viene eletto un nuovo direttivo con alla presidenza Pietro Paolo PIU, si punta decisamente al salto di categoria, viene chiamato quale allenatore Graziano Maulu e vengono ingaggiati diversi giocatori. Ma la squadra non riesce a vincere il campionato arrivando al secondo posto. Viene ristrutturato il settore giovanile.

Anche nella stagione successiva la squadra conquista il secondo posto.

Grazie a questi risultati la società presenta domanda di ammissione al campionato superiore e infatti viene ammessa per la stagione 1979/1980 a partecipare al campionato di seconda categoria.

Alla Presidenza viene eletto Mario COSTERI e quale allenatore/giocatore viene chiamato Francesco MINGIONI.

Per cinque stagioni la Polisportiva TALORO partecipa al campionato di seconda categoria con alla Presidenza Mario Costeri per due stagioni e Virgilio Buttu per tre stagioni. Gli allenatori sono Francesco Mingioni, Isidoro Casagrande, Franco Angius e Antonio Zurru.

Alla fine della stagione 1983/1984 il Taloro retrocede in terza categoria.

Per tre stagioni partecipa al campionato di terza categoria. I presidenti sono Gavino SORU e Piero ZEDDA per due anni. Allenatori Antonio ZURRU, Mario MARCHI e Tonino NATALE.

Nella stagione 1987/1988 viene ammesso al campionato di seconda categoria. Alla presidenza viene eletto Romano LAVRA. Allenatore viene richiamato Francesco MINGIONI.

Il TALORO vince il campionato di seconda categoria della stagione 1988/1989 e nella stagione 1989/1990 partecipa al campionato di prima categoria con alla presidenza sempre Romano LAVRA e allenatore Francesco MINGIONI.

Nella stagione 1991/1992 viene eletto un nuovo direttivo con alla presidenza Salvatore BUTTU. Allenatore viene chiamato Gianni COCCONE.

Nella stagione 1993/1994 sempre con alla presidenza SALVATORE BUTTU, la squadra viene affidata a UCCIO LEDDA;

Nella stagione 1994/1995 viene richiamato ad allenare la squadra GIANNI COCCONE e il TALORO vince il campionato di prima categoria sempre con alla presidenza Salvatore BUTTU.

Nella stagione 1995/1996 per la prima volta il TALORO partecipa al campionato di PROMOZIONE. Presidente è sempre Salvatore BUTTU e allenatore Gianni Coccone.

Nella stagione 1997/1998 Angelo BUTTU, già segretario, sostituisce Salvatore BUTTU alla presidenza e allenatore/giocatore viene incaricato Franco DESSOLIS che rimane per un solo anno.

Nella stagione successiva (98/99), il presidente è sempre Angelo BUTTU e ad allenare la squadra viene chiamato Nino CUCCU. La squadra conquista il terzo posto del girone B del campionato di Promozione.

Nella stagione 1999/2000 il TALORO vince il campionato di Promozione girone B e viene promosso, per la prima volta nella sua storia, al campionato di ECCELLENZA.

Nella stagione 2000/2001 per la prima volta il TALORO, che cambia denominazione in TALORO GAVOI, partecipa al Campionato di ECCELLENZA con alla presidenza Angelo BUTTU e alla guida tecnica Nino CUCCU. In questa stagione la squadra conquista una tranquilla salvezza.

Nella stagione 2001/2002 viene eletto presidente Andrea PIRA e ad allenare la squadra viene chiamato Pietro CORRIAS. La squadra disputa un girone di andata eccezionale e si laurea campione d’inverno. Alla fine della stagione conquista uno storico quinto posto.

La stagione successiva (2002/2003) con lo stesso presidente e lo stesso allenatore viene conquistata una sofferta salvezza.

Nella stagione 2003/2004 sempre con la presidenza di Andrea PIRA, viene chiamato ad allenare la squadra il giovane Vincenzo FADDA  che, a sette giornate dalla fine del campionato, viene sostituito da Matteo SOLINAS e il Taloro conquista un soffertissima salvezza.

Nella stagione 2004/2005 IGNAZIO URRU sostituisce alla presidenza Andrea PIRA e allenatore viene richiamato dopo diversi anni Franco DESSOLIS. La squadra ottiene una tranquilla salvezza.

Nella stagione 2005/2006 con alla presidenza IGNAZIO URRU, viene confermato come allenatore FRANCO DESSOLIS, la squadra ottiene un ottimo quinto posto in classifica;

Nella stagione 2006/2007 alla presidenza viene confermato ancora IGNAZIO URRU e ad allenare la squadra per il terzo anno consecutivo rimane FRANCO DESSOLIS, la squadra ottiene una tranquilla salvezza;

Nella stagione 2007/2008 viene chiamato alla presidenza SIMONE BUSSU, giovane laureato all’Università BOCCONI di Milano che affida la squadra al nuovo allenatore di Buddusò LIBERO CANU.

La squadra ottiene una ottima salvezza e disputa per la prima volta nella sua storia la finale di Coppa Italia che si svolge a Macomer con una straordinaria cornice di pubblico, ma, purtroppo, la partita viene vinta dal Terralba per 2 reti ad una, nonostante il Taloro fosse andato in vantaggio con una rete di Roberto Mele.

Nella stagione 2008/2009 con, ancora alla presidenza Simone Bussu, viene confermato allenatore Libero Canu. A metà campionato l’allenatore Libero Canu rassegna le dimissioni e viene sostituito dal gavoese Marco Marchi già giocatore di grande talento del Taloro alla fine degli anni 70. La squadra conquista una esaltante salvezza

In questa stagione il settore giovanile ottiene grandissimi risultati con la vittoria nel girone Juniores e giovanissimi.

Nella stagione 2009/2010, Simone Bussu è ancora presidente e viene confermato allenatore Marco Marchi. La squadra ottiene una tranquilla salvezza.

Nella stagione 2010/2011 viene eletto presidente Antonio Lavra. A guidare la squadra viene chiamato Antonello Staffa di Villanova Strisaili. La squadra parte discretamente, ma, dopo una serie di sconfitte Antonello Staffa viene sostituito da Vincenzo Fadda, già allenatore del Taloro nella stagione 2003/2004. La squadra riesce a salvarsi con affanno. Ma il capolavoro della stagione è la vittoria della Coppa Italia ai danni del Tortolì con gara di finalissima a Dorgali vinta ai calci di rigore. La squadra, per la prima volta nella sua storia, partecipa agli spareggi nazionali con gara di andata e ritorno con il Marino, squadra laziale. A Gavoi il Taloro pareggia 0 a 0, mentre a Marino perde di misura 2 a 1. Alla trasferta partecipano numerosissimi tifosi del Taloro e nonostante la sconfitta e la eliminazione è festa grande.

Nella stagione 2011/2012, con ancora presidente Antonio Lavra, la squadra viene affidata a Ivan Cirinà, allenatore di Sassari che si avvale della collaborazione in qualità di preparatore atletico, nonché fisioterapista  del Dott. Pietro Mossa. La squadra, composta da numerosi giocatori provenienti dalla zona di Sassari ottiene un ottimo sesto posto e sfiora la partecipazione ai play off. Per la terza volta la squadra partecipa alla finalissima di coppa Italia, ma viene sconfitta dalla Torres Sassari nella finale di Macomer La Torres, grande favorita vincerà poi il campionato.

La squadra Juniores guidata da Tore Bussu, ex giocatore del Taloro degli anni novanta, partecipa alla finale regionale e viene sconfitta dal Fertilia di Alghero.

Il settore giovani dà grandi soddisfazioni, la squadra giovanissimi ottiene ottimi risultati, vincendo le finali provinciali.

Nella stagione 2012/2013 il presidente è ancora Antonio Lavra e l’allenatore Ivan Cirinà. La squadra ottiene grandi risultati e all’inizio del girone di ritorno si porta in testa alla classifica ai danni della favoritissima Olbia che vincerà e alla fine il Taloro ottiene un ottimo sesto posto.

La squadra Juniores, allenata da Franco Cottu si laurea campione regionale e partecipa agli spareggi nazionali con la squadra di Roma Tor Treteste, ma i fortissimi giocatori romani eliminato il Taloro.

Nella stagione 2013/2014 Salvatore Buttu, già Sindaco di Gavoi e Consigliere Provinciale, sostituisce Antonio Lavra, alla presidenza e allenatore viene confermato Ivan Cirinà.

 

In tutti questi anni la dirigenza ha sempre curato il settore giovanile, conquistando anche diverse vittorie nei campionati esordienti, giovanissimi e allievi.

In tutti questi anni, inoltre, la Società ha sempre brillato per bilanci sani e senza debiti.

Il sistema di finanziamento e di gestione della Società Polisportiva Taloro Gavoi è, a questi livelli, unico, considerato che, non avendo un finanziatore, si autofinanzia tramite i dirigenti, i soci, qualche sponsor e tutti i cittadini di Gavoi.

 

Nella squadra del Taloro hanno sempre militato e militano giocatori della Barbagia con rappresentanza di Nuoro, Ollolai, Ottana, Orune, Oliena, Sarule, Lodine, Fonni, Orani, Oniferi, Olzai, Mamoiada, Orgosolo, Ovodda, Tonara, Teti

 

fonte : Angelo Buttu ex Presidente Taloro Gavoi