I volontari di Gavoi coinvolgono cittadini e scuole con “Io non rischio”

In contemporanea con oltre 600 comuni italiani, anche Gavoi ha partecipato alla campagna “Io non rischio” promossa dal Dipartimento nazionale della protezione civile con il coinvolgimento della comunità scientifica, istituzioni e volontariato organizzato della protezione civile.

I volontari della Prociv- Arci Gavoi appositamente formati, sabato scorso si sono dati appuntamento in piazza San Gavino per incontrare i cittadini per diffondere la cultura della prevenzione e la conoscenza delle buone pratiche di protezione civile, accrescendo al contempo la consapevolezza dei rischi naturali presenti sul nostro territorio.

«Nella nostra piazza si è parlato del rischio alluvione ha spiegato la presidente Angioletta Cadau, dove coloro che sono venuti a visitarci, si sono potuti informare, confrontarsi e scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio alluvione, ovvero i comportamenti corretti da attuare e quelli da evitare prima, durante e dopo l’evento o cosa si deve fare quando viene emanata un allerta.

Fondamentale per la campagna è quindi il ruolo attivo dei cittadini, imparare a prevenire e ridurre gli effetti dell’ alluvione è un compito che riguarda tutti noi, la diffusione sul rischio alluvione è una responsabilità collettiva a cui tutti dobbiamo contribuire ». In piazza era anche possibile vedere gli elaborati sul tema “alluvione” realizzati dagli alunni delle scuola primaria di Gavoi.