I primi cittadini del territorio riuniti a Gavoi chiederanno anche l’intervento del ministro Orlando

Un lettera al ministro del Lavoro Andrea Orlando, al prefetto e al presidente della Regione Solinas, i sindaci dei Comuni dove sono ospitate le agenzie Inps, o semplici Punti Inps della provincia, per chiedere che il territorio non continui a fare i conti con un servizio azzoppato dalla mancanza di un numero consistente di personale.

La sala consiliare di Gavoi ha ospitato una riunione sovracomunale, che ha impostato l’avvio di una battaglia per l’ennesimo servizio pubblico in sofferenza.

Presenti oltre al padrone di casa Salvatore Lai (Gavoi disponeva di un’agenzia Inps ora divenuta Punto Inps), anche il primo cittadino di Siniscola Gianluigi Farris, quello di Lanusei Davide Burchi, il sindaco di Nuoro Andrea Soddu, e alcuni sindaci dell’Unione Barbagia: Ilenia Vacca da Ovodda, Pietro Zedda da Tiana e Francesco Columbu da Ollolai.

 E poi proporre soluzioni nel lungo periodo per modulare un’offerta di servizi che sia all’altezza» ha commentato Salvatore Lai. «Nell’era del digitale è necessario ripensare le modalità di fruizione individuando cosa può essere fruito in digitale e cosa in presenza. Dobbiamo essere noi ad indicare le soluzioni, in un’ottica propositiva e costruttiva»

Sindaci determinati a portare avanti la difesa dei servizi per i cittadini.