Il fiore sardo conosciuto con il nome di Gavoi

Il Fiore Sardo di Gavoi viene prodotto seguendo le antiche tecniche di lavorazione. Viene ottenuto da latte di pecora sarda con la lavorazione del latte a crudo. Il latte viene portato a temperature di 35/36 gradi. Raggiunta la temperatura si mescola con caglio (di agnello o di capretto) quindi si lascia cagliare per una trentina di minuti. Una volta adagiata sul fondo si procede con la rottura della cagliata poi con una sorta di pressatura della stessa. Una prima fase questa per lo spurgo del siero. Inizia dunque la vera e propria lavorazione della forma. Si raccolgono i pezzi dal fondo e si depositano in appositi contenitori. Si continua con forti pressioni manuali affinché avvenga il massimo spurgo del siero (video di Giorgio Fanni)