Programma fitto di appuntamenti per gli adulti e i bambini per le festività natalizie a Gavoi

nb: Martedì 24 dicembre , IL TEATRO alle 10.30 in Piazza Santa Rughe in Sala Consiliare

Numerosi eventi dedicati a un pubblico di tutte le età vivacizzeranno le festività a chiusura del 2019 e per inaugurare il nuovo anno. L’Amministrazione Comunale, l’Associazione Turistica Pro Loco, in collaborazione con le associazioni del paese (Prociv Arci, Coro Eufonia, Coro Gusana, Universidade libera de sos Ansianos e Associazione Culturale S’Isprone) e con la Commissione Cultura e Identità, promuovono un cartellone caratterizzato da proiezioni, teatro, animazione, libri, mostre, tantissima musica e altri suggestivi momenti per un pubblico di tutte le età.

Il programma ha già avuto inizio con un prologo di rara bellezza, lo spettacolo musicale che il 14 dicembre scorso ha celebrato, di fronte a un pubblico entusiasta, l’incontro fra il Coro Eufonia di Gavoi e l’Ermena Quartet proveniente dalla Bulgaria. Il prossimo appuntamento, invece, il 20 dicembre alle 21 in Sala Consiliare, inserito nel progetto CINEtumbarinu Festival del Cinema in Barbagia celebrerà con il film Il diritto di contare di Theodore Melfi, il cinquantennale di un evento mondiale, l’arrivo dell’uomo sulla Luna, e un evento locale ma di particolare importanza per il territorio l’inaugurazione, il 25 dicembre 1969, della prima vera sala cinematografica, chiamata Apollo 11 in onore allo storico evento che tenne gli sguardi dell’umanità rivolti verso il cielo e quelli dei barbaricini rivolti per oltre un trentenni verso il grande schermo. Durante il periodo festivo poi il CineTumbarinu, che quest’anno ha scelto come filo conduttore il tema Atòbios Città e Campagna propone, sempre in Sala Consiliare, altre tre pellicole, il bellissimo new-western The rider, il sogno di un cowboy di Chloè Zhao (venerdì 27 dicembre alle 21) al quale seguiranno due film della sezione Pitzocos, Mia e il leone bianco di Gilles de Maistre (il 30 dicembre alle 18,30) e Aladdin, incursione nelle Mille e una notte del regista Guy Ritchie (il 3 gennaio alle 18,30).

La ricchissima sezione musicale del cartellone proseguirà il 27 dicembre presso chiesa di San Gavino alle ore 18.00  con Coros de Barbagia  a cura del Coro Gusana diretto da Piero Crisponi che si esibirà e ospiterà il Coro s’Ispera   Ollolai diretto da Maria Chiara Piras e il Coro Peppino Mereu di Tonara diretto da Gianni Garau. Sabato 4 gennaio, invece, sempre presso la Chiesa di San Gavino alle 18.30 il pubblico potrà ascoltare i Cantigos pro s’annu nobu a cura del Coro Eufonìa diretto dal maestro Mauro Lisei che a sua volta, esibitosi, ospiterà il Coro stellaria de Santu Nigola di Brunella diretto dal maestro Luigino Cossu, il Coro Montalbo di Siniscola diretto dal maestro Giampaolo Selloni e il Joyful Soul Ensemble di Sassari diretto da Daniele Manca.

Ma le festività del natale e di fine anno sono soprattutto il momento per far sorridere e divertire i più piccoli che potranno assistere al teatro e agli eventi di animazione. (CORREZIONE) Martedì 24 dicembre , infatti, alle 10.30 in Piazza Santa Rughe e in Sala Consiliare si esordirà con Doni, spettacolo di narrazione con pupazzi e oggetti a cura della Compagnia viaggiante di burattini e marionette Is Mascareddas. Nella stessa location il 4 gennaio alle 10.30. in anticipo sul calendario arriverà lo spettacolo Gioca e Balla e con la Befana a cura di Brullas Animazione.

I giorni di festa però, in ogni comunità solidale, sono anche l’occasione di rivolgere un pensiero a coloro che vivono momenti di difficoltà, così lunedì 23 dicembre alle 18.00 in Sala Consiliare l’Associazione Culturale S’Isprone proporrà la presentazione del libro, scaturito da un laboratorio di scrittura creativa con i detenuti, di Anna Corsi dal titolo Sulle ali dei pensieri.

I gavoesi e i viaggiatori potranno, ancora, approfittare dei giorni festivi per visitare mostre temporanee e permanenti. Fino al 5 gennaio presso il Museo del Fiore Sardo ci si potrà immergere in antropologia, suggestioni, cultura barbaricina e arte con l’Esposizione permanente sul Fiore Sardo, la Proiezione del film “Fiore Sardo” di Fabio Olmi e la mostra temporanea Pèrda – Sguardi dalla Palestina curata dalla Associazione Amicizia Sardegna Palestina. Inoltre, grazie al costante lavoro dell’ U.T.E., Universidade Libera de sos Ansianos, presso la Casa Museo Porcu Satta sarà visitabile la mostra Creatività e Riciclo con l’Albero di Natale e l’artistico Presepe.

Bonas Fèstas a totus, in paghe e serenidade.