L’accordo, siglato la settimana scorsa, si è svolto con tutte le misure di sicurezza e nel rispetto del protocollo anti-covid19. All’arrivo al Maristiai i partecipanti hanno trovato la misurazione della temperatura all’ingresso in campo, il distanziamento delle attrezzature negli appositi spazi, il tutto organizzato dalla dirigenza del Taloro.

 Puntuale alle 15:30 il coordinatore del settore giovanile Cagliari Calcio Bernardo Mereu, una figura che non ha certo bisogno di presentazioni e il presidente del Taloro Mathias Urru, hanno siglato ufficialmente l’ingresso della Polisportiva Taloro Gavoi nella grande famiglia del Cagliari calcio tramite l’affiliazione come football academy.

Il mister rappresentante del Cagliari Calcio ha poi assistito e discusso con i ragazzi del settore giovanile del Taloro Gavoi, che si sono presentati a gli allenamenti. Un discorso a centrocampo con bambini e ragazzi da 6 a 13 anni, che hanno ascoltato in silenzio le indicazioni del mister Bernardo Mereu, condivisione delle migliori metodologie di allenamento e di formazione messe a disposizione dalla casa madre del Cagliari. Dal prossimo gennaio le divise e le attrezzature della società Taloro avranno il logo prestigioso del Cagliari calcio.

Nel Maristiai illuminato a giorno, ha presenziato il neo assessore al turismo e sport P.Mulas, il delegato alla promozione dell’attività sportiva F. Lostia che ha dialogato con Bernardo Mereu, gli allenatori Pira, Deiana e D’Ascanio, il presidente e la dirigenza del Taloro Gavoi che cura il settore giovanile, Delogu, Manca, Lai, Busia, Lavra e Cidu.