TAVOLA ROTONDA ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE LABORATORIO SARDEGNA DI DENTRO IN COLLABORAZIONE CON IL B.I.M. DEL TALORO

“DALLA STAGNAZIONE ALLO SVILUPPO AUTOPROPULSIVO”

MARTEDI 12 GIUGNO 2018 ORE 17,30 SALA CONSILIARE COMUNE DI GAVOI

PARTECIPANO:

  • PROF. ANTONIO SASSU
  • DOTT. SALVO MAFFEI
  • DOTT.SSA ROSSANA BASOLU
  • INTRODUCE I LAVORI PER L’ASSOCIAZIONE SALVATORE BUTTU

INTERVENGONO FRANCESCO NOLI E SALVATORE LAI. COORDINA LA TAVOLA ROTONDA GIULIO MEREU

Diversi studi sulla situazione economica e sulla qualità della vita in Sardegna, ed in particolar modo nelle zone interne, sottolineano le difficoltà in cui vive una parte significativa della popolazione. Le conclusioni degli studi stessi sono talvolta preoccupanti ed evidenziano una situazione di forte disagio come costante per chi vive nella nostra Isola. La preoccupazione è correlata al fatto che ogni settore strategico dell’economia è interessato da una crisi senza precedenti. .

La crisi più forte è rappresentata dal comparto industriale che, negli anni, ha evidenziato troppe lacune ed inefficienze di varia natura che hanno condizionato, di fatto, lo sviluppo industriale. Tante sono state le illusioni sulla Rinascita dell’Isola che via via hanno segnato il passo e troppi sono stati i pseudo imprenditori che hanno pensato esclusivamente ad accaparrarsi il denaro pubblico.

La debolezza delle Istituzioni è stata rappresentata dalla dipendenza delle stesse nei confronti di una classe imprenditoriale autoreferenziale concentrata nelle attività speculative e nell’ incetta di risorse pubbliche. Le ingenti risorse finanziarie canalizzate nei diversi territori, prima con i fondi del Piano di Rinascita e poi con la filiera della programmazione negoziata, ci fanno capire che una riflessione più approfondita è fondamentale per renderci conto di cosa sia realmente avvenuto. Per il futuro bisogna puntare sulle conoscenze e competenze per realizzare una solida piattaforma così da orientare gli obiettivi verso una prospettiva rassicurante su occupazione e produzione di ricchezza.

Sicuramente serve una crescita culturale da parte di tutti per combattere la corruzione, l’invidia, la burocrazia e lavorare alla realizzazione di un ambiente sinergico dove condivisione, competitività, buona amministrazione contribuiscano alla crescita del capitale sociale per uscire dalla stagnazione ed organizzare uno sviluppo condiviso e auto propulsivo che non abbia paura della ricerca e dell’ innovazione.

COMUNICATO STAMPA ASSOCIAZIONE LABORATORIO SARDEGNA  DI DENTRO