Campeggio comunale sul Lago di Gusana

Nota inviata dalla amministrazione comunale di Gavoi

Oggetto: Dopo anni di abbandono il Campeggio comunale sul Lago di Gusana è stato affidato e sarà riaperto ai turisti

“È un risultato davvero importante per la nostra amministrazione e per la comunità tutta – commenta l’Assessore del Territorio (Urbanistica, Infrastrutture e Ambiente) Ivan Urru -. La riattivazione delle strutture turistiche è uno dei punti cardine del programma partecipato di Comunidade e uno degli obiettivi del DUP. Abbiamo lavorato a lungo su questo bando assieme allo staff giuridico, agli uffici comunali e ai tecnici incaricati – prosegue Urru – poi sono venuti i mesi della promozione e delle visite al camping da parte degli imprenditori. Tutti hanno colto l’importanza di questa struttura immersa nel verde e lambita dal Lago e uno di questi – conclude l’Assessore – partecipando alla gara ha ottenuto l’affidamento per trent’anni. Non possiamo che essere soddisfatti e facciamo i nostri migliori auguri all’impresa che si appresta a riaprire il camping”.

Così si apre una nuova pagina per il campeggio Gusana, un camping montano costituito da strutture pregevoli, bungalow, sala bar e ristorante, servizi, campo da tennis e da calcetto etc., inserito in un contesto naturale impareggiabile. Il successo della gara indica l’adeguatezza della formula del bando (profondamente mutata rispetto ai precedenti tentativi di appalto) che consentirà agli imprenditori turistici di prendere in carico e gestire la struttura offrendo un servizio nuovo ed unico per tutto il territorio.

“Con la concessione trentennale e con il pagamento di un canone a dir poco conveniente (€.1,00 al giorno come base d’asta) l’imprenditore potrà da adesso impegnarsi per un progetto serio e di lungo periodo, investendo idee, tempo e risorse, per il ripristino della struttura, (affrontando un costo di €.90.000,00) e proporre servizi nuovi e innovativi per target turistici legati ad ambiente, sostenibilità, turismo attivo e sportivo – afferma Giovanni Cugusi, Sindaco di Gavoi -. Ovviamente noi amministratori ci mettiamo a disposizione dell’imprenditore per momenti di confronto e qualunque supporto sia legato al nostro ruolo. Nel mentre proseguiamo con tutte le azioni coordinate per la promozione turistica del territorio, il rinnovamento e l’implementazione della segnaletica turistica, il progetto Borghi d’Eccellenza, la creazione e il sostegno per eventi attrattori, l’attivazione di altre strutture. I prossimi step infatti – chiude il sindaco – prevedono bandi di concessione e affidamento delle strutture museali comunali (Casa Porcu Satta e Museo del Fiore Sardo) e delle strutture sportive e turistiche su Lago di Gusana (Porticciolo e Campetti), ulteriori possibilità per l’economia turistica e il lavoro, ulteriori attrattori e motivi validi per visitare il nostro piccolo borgo di granito”.

campeggio lago di gusana GavoiUn buon segnale, dunque per tutta la Barbagia, che sul turismo sta costruendo una alternativa in armonia con la cultura produttiva rurale attraverso diverse azioni propulsive. È di questi giorni infatti la notizia che il Gal BMG, gruppo di azione locale del quale anche il Comune di Gavoi fa parte, propone nuovi percorsi formativi per disoccupati e imprenditori del territorio sugli ambiti strategici del turismo sostenibile e dell’agroalimentare.

“Il riavvio del Campeggio – dicono all’unisono l’Assessore delle Attività Produttive Franco Dore e il consigliere Michele Maoddi, delegato al Turismo – riempie una ulteriore casella del sistema turistico locale. Il camping per molti visitatori, infatti, oltre ad essere una struttura ricettiva è un attrattore esso stesso. Questo bando andato a buon fine si inserisce nell’ambito della più ampia attività dell’Amministrazione per consolidare e potenziare l’offerta turistica del centro barbaricino. Gavoi – proseguono gli amministratori – è stato riconfermato borgo Bandiera Arancione e con il progetto Borghi d’Eccellenza abbiamo investito nella cultura turistica diffusa, nelle infrastrutture, nei servizi. Il fatto che l’impresa che sta iniziando questa nuova avventura – chiude l’assessore Dore – abbia sede legale a Gavoi e sia composta ci fa ben sperare rispetto alla vitalità dello spirito imprenditoriale e alla voglia dei nostri compaesani di scommettere sulla possibilità di abitare e fare impresa nel territorio”.

23/05/2018

L’Amministrazione Comunale di Gavoi