Esordio stagionale anomalo, dopo aver saltato le prime tre giornate di campionato.

TALORO GAVOI-BOSA arbitra Claudio Pili di Cagliari (Mario Puggioni e Alessandro Ventuleddu di Sassari)

TALORO – BOSA: Valida per la 5ª giornata di Eccellenza regionale Sardegna. il Taloro sino ad ora ha giocato una partita, la 4ª giornata con il Guspini, perdendo 3-0. ARRIVA ANCHE L’ESORDIO SENZA PUBBLICO AL MARISTIAI

La prima gara interna della stagione 2020/2021 si svolgerà A PORTE CHIUSE.

Porte chiuse al Maristiai per l’esordio stagionale in casa con il Bosa, [la gara in realtà è valida per la 5ª giornata], la squadra di Fadda arriva all’esordio casalingo, dopo la sonora sconfitta rimediata all’esordio stagionale a Guspini, sconfitta senza attenuanti. Il Taloro, causa la positività di due giocatori, deve recuperare tre partite, la 1ª giornata con L’Uri, la 2ª giornata con l’Ilvamaddalena, la 3ª giornata con l’Arbus.

Delusione della dirigenza per un esordio casalingo senza pubblico. La decisione è arrivata dopo che che la società si è confrontata con il sindaco ed ha deciso che non c’erano le condizioni per far disputare l’incontro a porte aperte, considerato che la partita si gioca a poche ore dalla conclusione della chiusura, imposta dalla amministrazione comunale, per cercare di arginare in numerosi casi di coronavirus fatti registrare in paese.

L’esordio con il pubblico, molto probabilmente, è rinviato alla partita casalinga del  25 ottobre prossimo.

La società, dalla prima squadra alla scuola calcio, spiega il massimo dirigente, si regge con incassi al botteghino e con un diffuso azionariato popolare che in questa fase è del tutto venuto meno e che ci portava a organizzare, in particolare a inizio stagione, una serie di appuntamenti che permettevano alle casse sociali di respirare e guardare con fiducia a tutta la stagione.

Ale Taloro Alè