CAMPIONATO DI ECCELLENZA REGIONALE SARDEGNA

5ª giornata di ritorno

ARBUS-TALORO: 1-1

Reti: 10’ pt Rotaru (A), 18’ st. Pitta (T) ( Scioni (A) nel primo tempo manda fuori un calcio di rigore sull’1a0)

Arbitro: Andrea Pani di Sassari

Arbus: Mereu, Muscas, Contu, Scioni, Uccheddu S., Uccheddu P., Atzori, Sogus, Cosa, Rotaru, D’agostino Allenatore Piras M.

Taloro: Pili M., Mura, Secchi, Mastio, Camara, Littarru, Lucas, Falchi, Atzeni, Mele – a disposizione: Cibei, Carta, Curreli, Fadda, Frau, Pili L., Pilo, Rodriguez, Delogu. Allenatore Mario Fadda.

Taloro che scende in campo con una formazione inedita, Pili L si accomoda in panchina, mentre in avanti si ripropone Atzeni. Tra i fuoriquota si rivedono Camara e Mura mentre Fadda e Frau siedono in panchina.

Primo tempo condizionato dall’errore difensivo di Camara, che consente Rotaru di sbloccare il risultato, 9 minuti è il Taloro è in svantaggio. Taloro che subisce anche un calcio di rigore, ai più apparso per lo meno dubbio, Scioni mette tutti d’accordo e manda fuori, pericolo scampato per i rossoblù. Primo tempo che si conclude con i locali in vantaggio 1-0.

Secondo tempo con un Taloro molto più attento e intraprendente, che fa la partita alla ricerca del pareggio.

Pareggio che arriva al 18’ st grazie a Pitta che ristabilire la parità, 1—1 e i tifosi al seguito respirano.

La squadra sembra controllare bene l’incontro, i locali entrano in confusione, e rimangono anche in 10.

Il Taloro spreca molto l’Arbus in inferiorità numerica si difene.

Il Risultato non cambia, il Taloro porta a casa un pareggio, che, visto il primo tempo sembra oro. I risultati delle altre ricollocano il Taloro in zona “retrocessione diretta”, si riduce a 4 la distanza dal Guspini. Partita che lascia un po’ l’amaro in bocca, vista anche la superiorità numerica e le tante occasioni mancate nell’ 1 a 1, risultato sostanzialmente giusto.

Domenica 16 febbraio a Gavoi arriva la seconda in classifica Castiadas, squadra tosta che tallona la capolista Carbonia ad un punto.

Ale Taloro Alè