FONTE COMUNE DI GAVOI

Oggi l’ATS ci ha comunicato la positività di altri due cittadini di Gavoi appartenenti allo stesso nucleo familiare del primo caso. I nostri paesani sono monitorati e, alle condizioni date, stanno bene.

L’ATS sta monitorando i contatti delle persone risultate positive e sta disponendo le modalità per arginare il diffondersi del virus attraverso l’attivazione della quarantena obbligatoria e fiduciaria e allo stesso tempo sta programmando l’esecuzione dei tamponi.Senza abbandonarci a paure irrazionali o panico immotivato rispettiamo le regole che ormai tutti conoscono, utilizziamo estrema prudenza e siamo responsabili.

Qualunque sintomo riconducibile al Covid (perdita del gusto, dell’olfatto, febbre etc.) è un campanello d’allarme e ci deve portare a contattare immediatamente il Medico Curante.

Mettiamo in atto gli unici comportamenti a tutela della nostra salute e di quella altrui: Teniamo il corretto distanziamento personale;Indossiamo la mascherina nei luoghi chiusi e ovunque non ci sia la possibilità del giusto distanziamento; Evitiamo assembramenti;Evitiamo di avere contatti soprattutto con persone vulnerabili se abbiamo sintomi allarmanti o la nostra temperatura corpora supera i 37,5;Igienizziamo quanto più possibile le mani;Scarichiamo la APP Immuni;Rispettare queste semplici regole significa avere rispetto per se stessi e per gli altri.Ps.

Anche io nella giornata di ieri, per prudenza, ho eseguito il tampone che ha avuto esito NEGATIVO.

Giovanni Cugusi – Sindaco di Gavoi

La malattia da coronavirus (COVID-19) colpisce in vari modi. La maggior parte delle persone presenta sintomi lievi o moderati e guarisce senza necessità di ricovero in ospedale.


Sintomi più comuni: febbre tosse secca spossatezza

Sintomi meno comuni: indolenzimento e dolori muscolari mal di gola diarrea congiuntivite mal di testa perdita del gusto o dell’olfatto eruzione cutanea o scolorimento delle dita di piedi o mani

Sintomi gravi: difficoltà respiratoria o fiato corto oppressione o dolore al petto perdita della facoltà di parola o di movimento

Se manifesti sintomi gravi, consulta immediatamente un operatore sanitario. Non recarti direttamente dal tuo medico o in una struttura ospedaliera, bensì chiama prima.

Le persone con sintomi lievi che non soffrono di altre patologie sono tenute ad automedicarsi a casa.

In media, trascorrono 5-6 giorni prima che una persona che ha contratto il virus manifesti i sintomi; il periodo di incubazione può però durare fino a 14 giorni.

Ulteriori informazioni su who.int