ADA POINTIS PER ANTONIO FRAU

Caro Antonio ci lasci increduli e dolenti a brevissima distanza dall’altro grave lutto di Apollonia che ci ha appena colpito.

Ci mancherai col tuoi spiccato senso critico che hai sempre manifestato nell’arte dell’argomentare e nel passare il testimone ai posteri nel ruolo essenziale della manualità e del “fare”.

Nella didattica finalizzata allo sviluppo, cognitivo e del lavoro, che produce reddito volevi  l’economia circolare e sostenibile.

      Nella tua mente libera da qualunque “gabbia” c era il progresso, il lavoro oltre al reddito e il rispetto per l’ambiente.   Mettevi in parallelo l’utilizzo intelligente delle risorse territoriali con l’evoluzione, la salvaguardia  e il rispetto degli eco-sistemi naturali a beneficio delle future generazioni.

Dialettico nell’eloquente oratoria mai irrazionale, sapevi argomentare con abilità, ricchezza di vocabolario e pacifico confronto. Nell’analizzare i problemi , nel discutere e dialogare sapevi trovare proposte risolutive.

      Sei stato professore di lettere , ma soprattutto Maestro di vita. Hai operato nel presente, in funzione del futuro senza pregiudizi né timore dell’altrui pensiero. Di vedute strategiche sapevi suggerire politiche di redistribuzione ed equità atte al riequilibrio economico e a sostegno delle categorie svantaggiate.

      Non ti fidavi del mondo apparente nella convinzione che “il vero essere” non sia quello che si vede con gli occhi. Conoscitore di Antoine de Saint-Exupéry, non osavi scambiare il mondo apparente della comunità con quello reale perché: “l’essenziale è invisibile agli occhi…”. E tutte le tue teorie provenivano da approfonditi studi di filosofia, sociologia,pedagogia e …  più ne ha più ne metta.

     Hai saputo spronare le giovani generazioni alla manualità, all’artigianato, alla riscoperta dei vecchi saperi che fanno l’uomo artefice assoluto dei propri manufatti con autentiche creazioni personalizzare che portano in sé l’originalità e l identità di chi le realizza e alla bellezza della quale il mondo ha bisogno di nutrirsi.

E pressochè tutti noi della Barbagia di Ollolai ti ringraziamo per aver fruito dei tuoi insegnamenti.

Incontrarti ha significato un arricciamento sia cognitivo che artigianale,

     Antonio, sei stato un autentico” MAESTRO DELL’AGIRE COMUNICATIVO”.

Ada Pontis Gavoi 02/10/2020

Segnalato da: Ada Pontis