Si è spento nella casa di riposo San Giuseppe a Nettuno Angelo Licheri, ‘l’uomo ragno’ della tragedia di Vermicino, che quarant’anni fa si è calato nel pozzo nel tentativo, purtroppo senza esito, di salvare Alfredino Rampi. “Non sono un eroe, sono una persona che ha fatto di tutto per salvare un bambino”.

Il Sindaco Salvatore Lai a nome dell’intero paese di Gavoi

Gavoi oggi perde uno dei suoi figli migliori.
Il suo gesto di immensa generosità che ha rasentato l’eroismo nel tentativo di riportare alla luce della vita, dal pozzo in cui era precipitato, il bambino di nome Alfredino lo colloca fra i figli di cui Gavoi è orgogliosa”.. Angelo è stato sempre una persona generosa, umile che si è emancipata da una condizione di grande povertà e questa capacità emancipativa è l’altro elemento caratterizzante. Angelo resterà sempre nella memoria collettiva della sua comunità che oggi è triste per la sua perdita.