I poeti tornano a Gavoi per sfidarsi nel 3° Barbagia Poetry Slam

Il Poetry Slam in salsa barbaricina torna ad infiammare in versi l’ultimo scorcio di inverno. Il 24 febbraio, alle ore 18,30, infatti, presso il Ristorante Marabù si disputerà il 3° Barbagia Poetry Slam. Le altre due edizioni della gara si erano tenute sempre durante l’appuntamento primaverile di Invasione PoEtica, mentre quest’anno la manifestazione clou per la poesia è stata scelta dal Poetry Slam Sardegna per ospitare il 5 maggio la grande Finale Regionale. Il movimento del Poetry Slam è cresciuto esponenzialmente nell’isola, sono aumenti gli slam, così nel 2018 si è strutturata una competizione in gironi provinciali. I campioni provinciali parteciperanno appunto alla finale regionale.


Questo dimostra come la poesia sia quanto mai viva anche grazie a questo nuovo modo di proporla al pubblico: lo slam è considerato da molti come una delle forme più rivoluzionarie della poesia contemporanea, un movimento che stabilisce un nuovo tipo di rapporto tra il poeta e il suo pubblico. Infatti, l’esistenza e il diffondersi dello slam dimostrano come la poesia non sia qualche cosa di alieno alla società moderna ma, al contrario, qualcosa di indispensabile e coinvolgente. 

A Gavoi dunque si raddoppiano gli appuntamenti con la finale a maggio e il 3° Barbagia Poetry Slam sabato prossimo, che permette la qualificazione alla finale provinciale. 
L’evento è organizzato e promosso dalla Amministrazione Comunale di Gavoi, dalla Commissione Cultura e Identità, dalla Associazione Prociv Arci, da LIPS e Poetry Slam Sardegna, con la collaborazione musicale del Jam Ensamble. 
Ospite speciale di questa edizione sarà il poliedrico artista e poeta cagliaritano Pier Giorgio Pigi Serra che proporrà alcuni stralci del suo menù in versi e componimenti a sorpresa. 
Maestro di Cerimonie della gara sarà Sergio Garau, poeta animatore culturale e vero e proprio carburante delle sfide poetiche in Sardegna. Gli intermezzi musicali saranno curati a suon di rock dal Jam Ensemble mentre il notaio di gara LIPS sarà l’inossidabile e incorruttibile Giovanni Salis.

Perché proprio di una gara si tratta con un semplice regolamento che i poeti dovranno rispettare: lo slam è una sfida poetica aperta a tutti; ogni poeta avrà 3 minuti per dire, leggere, declamare, recitare poesia, solo voce e corpo; ogni partecipante deve portare 2 testi scritti di proprio pugno in qualunque lingua; i poeti si sfideranno a suon di versi finché la giuria estratta a sorte fra il pubblico non decreterà i vincitori (premi per i primi 4 classificati); per iscriversi (gratuitamente), scrivere a sergio.garau@gmail.com oppure a comunicazione.ammin.gavoi@gmail.com, o presentarsi direttamente presso il Ristorante Pizzeria Marabù prima dell’inizio del Poetry Slam. L’ingresso all’evento è libero e gratuito. 
Durante la gara, nella quale il pubblico sarà coinvolto e partecipe, sarà possibile godere degli ottimi aperitivi che accompagneranno la poesia