NEI COMUNI DEL CONSORZIO BIM TALORO RIPARTE IL PROGETTO SPORTELLO IN SPALLA

Il Consorzio BIM aderisce, per il secondo anno, a Sportello in Spalla, l’iniziativa promossa dall’Associazione Malik, in partenariato con Eurodesk Italy ed Eurobridge, e mirata a facilitare la partecipazione dei giovani, gli operatori giovanili e gli amministratori locali alle politiche, i progetti ed i programmi europei dedicati al mondo giovanile.

L’incontro di presentazione dell’iniziativa si terrà a Gavoi, presso la Sala Consiliare (Piazza Santa Croce, 1), mercoledì 22 maggio alle 18.00.

In tale occasione saranno presenti anche le volontarie Erasmus+ che, da oltre otto mesi, vivono e prestano servizio a Gavoi e Ollolai.

Attuato con successo nei Comuni del Sarcidano, della Barbagia di Seulo, del Guilcier e di Dorgali, tra il 2017 ed il 2018 Sportello in Spalla aveva raggiunto ottimi risultati anche nei tredici comuni del Consorzio BIM Taloro (Austis, Desulo, Fonni, Gavoi, Lodine, Mamoiada, Ollolai,Olzai, Orgosolo, Ovodda, Teti, Tiana e Tonara): ventitré giovani e operatori giovanili partiti per esperienze di mobilità internazionale di breve o lunga durata; sette giovani sardi coinvolti in uno scambio giovanile internazionale realizzato tra Fonni e Mamoiada; otto giovani coinvolti nel laboratorio di Capacity Building ed Europrogettazione Giovani in Europa; un progetto Erasmus+ sul tema della diversità e della disabilità ideato, formulato e trasmesso all’Agenzia Nazionale per i Giovani.

L’iniziativa prevede l’attivazione di un’antenna informativa Eurodesk, l’organizzazione e realizzazione di progetti di mobilità di breve e lungo periodo all’estero, la preparazione pre-partenza dei partecipanti, il tutoraggio in itinere, la disseminazione dei risultati al loro rientro e la realizzazione di un laboratorio di Capacity building e progettazione dal basso finalizzato alla ideazione e formulazione di idee progettuali da presentare all’Agenzia Nazionale per i Giovani nell’ambito dei Programmi Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà.

Il progetto è finanziato dal Consorzio BIM Taloro e dall’Assessorato alla Pubblica istruzione della Regione Sardegna.