Coinvolti Mamoiada, Ovodda, Gavoi, Orgosolo e Lodine Obiettivo: favorire la cittadinanza attiva attraverso video 

(A) Social Networks è un progetto di Solidarietà volto a favorire la cittadinanza attiva all’interno delle associazioni di volontariato, e a motivare i giovani ad utilizzare meno e meglio i Social Network.
Il progetto “(A) Social Networks” nasce durante i mesi di aprile-maggio 2020, in pieno lockdown, a seguito di un lavoro strutturato da giovani menti barbaricine che si sono incontrate, tramite un uso appropriato della tecnologia odierna, per valutare alcuni problemi relativi alla nostra società.

Uno di questi è il fatto che spesso scordiamo che ci sono degli individui in carne ed ossa oltre gli schermi sottili del nostro smartphone, persone con una propria personalità e intelligenza, connessi nella rete virtuale, ma separati da muri nella realtà. Noi di (A) Social Network miriamo a buttar giù questi muri, che annullano spesso la “voglia di fare”, e fanno assopire lo spirito sociale. Intendiamo conoscere ogni intelligenza all’ interno della nostra società, cerchiamo collaborazione e confronto per crescere e sviluppare qualcosa di concreto per Il nostro paese e per il nostro benessere.


I nostri obbiettivi di progetto svilupperanno un contatto tra i giovani partecipanti, tra i 14 ai 30 anni, e le associazioni locali. Attraverso questa collaborazione ci proponiamo di capire interessi, attività e sogni. La durata del progetto, di un anno, è scandita mese per mese da diverse attività che prevedono il volontariato, l’associazionismo, la cittadinanza attiva e l’inclusione sociale. Nell’arco di questo tempo ci saranno giornate dedicate all’aspetto informativo riguardante associazionismo e volontariato, ma anche giornate di volontariato vero e proprio. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’azione “Progetti di Solidarietà” del Programma Corpo Europeo di Solidarietà. Il progetto ha preso vita grazie al laboratorio online “Io progetto a casa”, organizzato da Sportello in Spalla e promosso da Malik E.T.S.

Le proposte realizzate durante il laboratorio sono state valutate e accettate dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e poi finanziate. Cofinanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) con la collaborazione ed il supporto delle comunità di Gavoi, Lodine, Mamoiada, Orgosolo e Ovodda, e delle associazioni culturali, sportive e di volontariato presenti nei comuni sopraelencati.


Intendiamo stimolare i giovani a l’uso corretto dei social, a nostro parere usati con poco giudizio e comprensione e inoltre causa di allontanamento sociale.
Facciamo nostro il motto dell’Illuminismo: “Abbi il coraggio di usare la tua propria intelligenza”.