Parte il nuovo progetto “Promemoria Auschwitz Sardegna: i giovani e la memoria”: per i ragazzi di Gavoi iscrizioni aperte fino al 21 dicembre

Promemoria Auschwitz è un progetto di educazione alla cittadinanza europea pensato per accompagnare le giovani generazioni alla scoperta e alla comprensione della complessità del mondo a partire dal passato e dalle sue narrazioni, affinché possano acquisire lo spirito critico necessario a un protagonismo come cittadini nel presente.

Il 2 dicembre scorso i ragazzi Barbaricini che hanno partecipato alla precedente edizione del “Progetto Promemoria Auschwitz” avevano condiviso, fra l’emozione generale, la loro esperienza e invitato i loro coetanei a partecipare alla nuova edizione promossa da Arci Sardegna, Associazione Deina e finanziata dalla Amministrazione Comunale di Gavoi. Il 14 dicembre è stato, infatti, pubblicato il nuovo bando.

Per il 2018 “Promemoria Auschwitz Sardegna” prevede un programma consolidato fatto di esperienze formative non formali di gruppo, approfondimento culturale, confronto e una esperienza di viaggio a Cracovia, visita ai campi di concentramento e seguente condivisione rivolta ai giovani provenienti da tutta la Sardegna (la scorsa edizione ne ha visto coinvolti ben 60).

L’Amministrazione Comunale di Gavoi fin dall’anno scorso ha sostenuto con forza l’iniziativa e anche per il 2018 finanzierà il progetto per 5 ragazzi dai 18 ai 25 anni. Si tratta di una importante possibilità per i giovani gavoesi, di una esperienza impattante sotto l’aspetto emotivo e allo stesso tempo interessante dal punto di vista storico-culturale.

Il bando prevede che i partecipanti siano presenti a tutte le fasi progettuali: dalla formazione propedeutica, al viaggio, alla restituzione dei risultati alle comunità. Ogni ragazzo dovrà contribuire con una quota di iscrizione di 80 euro. Le iscrizioni per i giovani di Gavoi dovranno essere presentate esclusivamente on line compilando il modulo sul sito istituzionale del Comune di Gavoi entro le ore 24 del 21 dicembre 2017. I partecipanti saranno selezionati a seguito di un colloquio con gli educatori dell’Arci Sardegna e dell’Associazione Deina.