Presa di posizione del sindaco di Gavoi, Salvatore Lai, sulla cancellazione di alcuni servizi che erano stati potenziati pochi giorni prima.

“L’Ats cancella il piano dell’Assl di Nuoro che, attraverso un avviso pubblicato in data 15 dicembre 2020, prevedeva l’assunzione di Specialisti per circa 52 mila ore di terapia da erogare nei distretti territoriali del Nuorese: da Nuoro a Macomer, da Siniscola a Sorgono, dal Poliambulatorio di Bitti a quello della Casa della salute di Gavoi.

Con queste ore di specialistica si incrementavano servizi esistenti, se ne istituivano di nuovi e si dava così una risposta ai bisogni di salute in città e nel territorio, rafforzando la capacità dei servizi territoriali come presidi sanitari essenziali, filtri importanti per contenere l’ospedalizzazione. A maggior ragione in questa fase che, a causa del Covid, vede gli ospedali in grande sofferenza nell’erogare servizi essenziali alle popolazioni.

Le ragioni dello stop da parte dell’Ats, da ciò che mi è dato capire dalla stampa, pare siano di ordine finanziario, di assenza di autorizzazione, di irritualità nella procedura, etc.

Presso la Casa della Salute di Gavoi erano state incrementate le ore delle specialità di Cardiologia (da 4 a 16), Dermatologia (da 5 a 10) e Neurologia (da 3 a 15) ed erano stati istituiti due nuovi servizi specialistici: Gastroenterologia (12 ore) e Urologia (12 ore).
Credo che sia necessario fare subito chiarezza sulla vicenda e, a tal fine, ritengo sia necessario convocare con urgenza la conferenza provinciale.

Intanto, come Sindaco di Gavoi, chiedo all’assessore regionale, Dott. Nieddu, di intervenire per ripristinare il contenuto della delibera annullata, ridando così al Nuorese e alla casa della salute di Gavoi le ore di specialistica già previste, come risposta alle criticità nelle prestazioni sanitarie, presenti nelle strutture territoriali. Ciò anche ai fini della credibilità del Governo regionale, il quale non può consentire che, attraverso un intervento calato dall’alto (Ats), si annulli un giusto provvedimento della dirigenza sanitaria territoriale che, finalmente, si era fatta carico di dare risposte ai bisogni sanitari dei cittadini.

Confidiamo nella sensibilità e disponibilità, dimostrate in più occasioni e, in particolare, quando, insieme all’ex assessore Arru, ha reso possibile la nascita della casa della Salute di Gavoi, della neo-commissaria Dott.ssa Cherchi: a lei rivolgiamo i nostri più calorosi auguri per l’importante incarico ricevuto”.

Salvatore Lai, Sindaco di Gavoi