Fra i Tumbarinos di Gavoi, a passo di danza.

Il Carnevale a Gavoi si inaugura ufficialmente con Jovia Lardajola (il Giovedì Grasso), e la tradizionale Sortilla de Tumbarinos, raduno coinvolgente, più che sfilata da contemplare, di sonadores di tamburo con pipiolu, triangulu e sorgonitos a far melodia e ritmi dell’antico concerto barbaricino.

Partendo alle tre del pomeriggio dalla Piazza San Gavino il rumoroso corteo si snoda liberamente sul selciato, fra le antiche case di granito. Ogni piazza è la tappa di un ballo dissetato con abbondante vino nuovo e nero.

Tutti possono diventare le maschere festose di questo carnevale: un po’ di orbace, velluto, pelli, scialli, fuliggine e sorrisi addosso.

Quest’anno la grande festa cadrà il 28 Febbraio, aprendo un’intensa settimana di follia fatta di maschere, carri allegorici, suoni e colori.

Il carnevale a Gavoi vi accoglierà in un turbinio roboante nel quale ognuno potrà essere protagonista.

Among the Tumbarinos of Gavoi, dancing.
The Carnival in Gavoi officially starts with Jovia Lardajola (Fat Thursday), and the traditional Sortilla de Tumbarinos, a charming gathering, more than a show to contemplate, of drum players (sonadores) with pipiolu, triangulu and sorgonitos (typical instruments) to make melody and rhythms of the ancient concert of Barbagia. Starting at three o’clock in the afternoon from Piazza San Gavino, the musical procession runs freely on the cobblestones, among the ancient granite houses. Each square is the stage of a refreshing dance with abundant new and black wine. Everyone can become the festive masks of this carnival: a bit of woolen, velvet, leathers, shawls, soot and smiles.
This year the big party will be on February 28th, opening an intense week of madness made up of masks, allegorical floats, sounds and colors.
The carnival in Gavoi welcomes everyone in a musical whirlwind in which everyone can be the protagonist.