Taloro rinunciatario e Sorso alla caccia della capolista

SORSO-TALORO 2-0 “Delogu 35′ Pt, Ruggiu 20′ St.

SORSO: Secchi A., Secchi M,Cocco, Ngaungue, Lazzari, Merenda, Ruggiu, Tedde, Delogu, Pulina, Altea. allenatore Scotto

TALORO: Pili, Camarà  Ladu, Pitta, Secchi, Mastio, Pili, Rodriguez, Littarru, Calaresu, Muredda. Allenatore Marchi

Arbitro: Vittorio Emanuele Teghille di Collegno assistenti: Simone Spano di Sassari e Giuseppe Alessandro Paolino di Alghero

Taloro senza il capitano soffre la maggiore tecnica dei sassaresi. Risultato all’inglese con Sorso che si impone con un gol per tempo.

Primo tempo: Sorso in palla, costringe i rossoblu nella propria metà campo. Un Sorso sornione, in un campo di fango, che definire di calcio è una eresia, gioca meglio e domina la prima frazione. Alcune buone occasioni per i locali, per fortuna la difesa del Taloro controlla. Il Taloro Gavoi non vede mai la porta, nel finale del primo tempo, arriva il meritato vantaggio dei biancocelesti, che con Delogu, chiudono la prima frazione di gioco in vantaggio 1-0.

Secondo Tempo: il Taloro cerca di reagire, al 5′ ghiotta occasione per i gavoesi, Calaresu spreca malamente. Passano pochi minuti e il Sorso raddoppia. Distrazione della difesa ospite e Ruggiu porta a 2 le reti di vantaggio per i locali. La reazione del Taloro è impalpabile e il risultato non cambia.

Taloro irriconoscibile e mai in partita, alcune sporadiche occasioni, una sull’uno a zero, ed una occasionissima nel momento in cui si trovava già sotto di due reti.

Gavoesi che hanno come scusati, l’assenza di capitan Mele per infortunio, cosi come, le assenze pesantissime del goleador Falchi e del centrocampista Delussu.

Domenica arriva a Gavoi il Bosa, squadra che viaggia a metà classifica, che in questo turno di campionato ha osservato il riposo, imposto dal campionato a 17 squadre.

Domenica al Maristiai serve un rapida scossa, prima per risollevare il morale alla tifoseria, cosi come,  per chiudere quanto  prima il discorso salvezza.

 Ale Taloro Alè

 

Ale Taloro Alè.