Ieri pomeriggio, presso la sede della Associazione Enrico Berlinguer di Gavoi si è auto-convocata una riunione di cittadini di Gavoi.

Scopo della auto-convocazione, come riportava il titolo dell’iniziativa, “Un progetto per Gavoi 2020/2030”.

All’introduzione degli organizzatori è seguita un serie di interventi dei presenti, sulle diverse problematiche che affliggono la nostra società. Si è parlato anche delle possibili soluzioni, con idee e proposte per porre rimedio a fenomeni inarrestabili (spopolamento, disoccupazione e disgregazione sociale del paese). Si è discusso di una politica che accetta con fatalità il susseguirsi degli eventi senza reagire. È necessario reagire.

Argomenti, problematiche e idee messe in campo negli interventi: lavoro, scuola, PUC, Imprenditoria giovanile, politica del credito, abbandono della zona industriale, partecipazione ai bandi, centro storico, lago di Gusana, idee imprenditoriali, leva fiscale, politiche ambientali e parchi naturali, abbandono scolastico, famiglia, politiche per la terza età, mobilità, rapporti con le istituzioni e gli enti superiori, partecipazione e coinvolgimento della popolazione alle scelte, ascolto delle persone, associazionismo e dialogo con i cittadini.

Vista la straordinaria partecipazione, oltre ogni più rosea previsione, e i numerosi contributi degli intervenuti, l’incontro sarà aggiornato a breve, con la formula dell’auto-convocazione aperto a tutte le persone democratiche del paese, che vogliono contribuire alla realizzazione di un progetto per il paese di Gavoi.

Erano presenti una cinquantina di persone di diversa estrazione politica, culturale e sociale (giovani, pensionati, imprenditori, partite iva, insegnanti, operai, impiegati, allevatori, pastori, studenti, associazionismo) cosi come erano presenti persone con esperienza politica e amministrativa (consiglieri comunali, sindaci, consiglieri provinciali) donne e uomini di buona volontà.

Segnalato da: Un progetto per Gavoi 2020/2030