L’anno che si sta chiudendo è stato ricco di soddisfazioni e cambiamenti per la compagine barbaricina di taekwondo! Tante le gare disputate, sia a livello regionale che nazionale; andiamo per ordine partendo dalla Lombardia con gli Insubria , ci si sposta a Civitavecchia con la partecipazione ai Lions Open; giusto il tempo di disfare le valigie e si riparte per la Liguria per l’interregionale ligure di Quiliano.

A maggio si disputa il campionato regionale sardo dove ci si qualifica come seconda società nella categoria cadetti; a luglio il gran caldo non ci spaventa e si affronta la trasferta pugliese per la 5° edizione dell’international Grecia Salentina, gara difficilissima, dove si portano a casa due splendidi ori.
Dopo la pausa estiva arrivano i cambiamenti: nuovo direttivo, che vede alla presidenza Maria Grazia Puddu e nuovo nome; il Centro taekwondo Gavoi diventa Asd Tiger Eyes!

A novembre 2 “tigri” Mariano Lai e Giada Plastino, partecipano ai campionati italiani cinture rosse nella categoria cadetti A; Mariano, dopo aver vinto alla grande sia gli ottavi che i quarti di finale, porta a casa un bronzo perdendo la semifinale con quello che sarà il campione d’Italia 2019. Giada supera brillantemente gli ottavi vincendo per differenza punti ma si ferma ai quarti con la campionessa italiana in carica.

Sabato scorso Francesco Garau disputa i campionati italiani cinture nere, competizione di altissimo livello che vede protagonisti atleti della squadra nazionale gruppo sportivo militare(squadra dove ambisce di entrare il nostro fiore all’occhiello, essendo uno degli atleti sardi più validi nella sua categoria) e le fiamme oro della polizia. Francesco, dopo aver vinto gli ottavi per differenza punti, perde i quarti nonostante abbia disputato un bellissimo incontro dando filo da torcere al suo avversario, un atleta della squadra nazionale.

Può ritenersi dunque soddisfatto il Maestro Pierpaolo Garau, conscio di avere a disposizione atleti vogliosi di imparare e disposti a mettersi sempre alla prova, perché sanno che il nostro motto è VIETATO DIRE NON CE LA FACCIO, pensiero che li porta a entrare sul tatami e guardare il proprio avversario con rispetto ma al tempo stesso con “occhi di tigre”.

Asd Tiger Eyes